SEZIONI ORDINARIE

PROGETTI E LABORATORI

I NOSTRI PROGETTI

I nostri progetti consistono in unità di apprendimento finalizzate all’acquisizione delle competenze di base relative ai campi d’esperienza.

Le insegnanti accolgono, valorizzano ed estendono le curiosità, le esplorazioni e le proposte dei bambini e creano occasioni e oggetti di apprendimento per favorire l’organizzazione di cio’ che i bambini vanno scoprendo.

I nostri progetti nascono dal desiderio che il bambino possa fare esperienze interessanti, diverse, belle, che lo coinvolgano e gli permettano di avvicinarsi positivamente alla realtà, partendo dalla convinzione che curiosità ed esperienza siano il “campo di gioco” su cui i bambini costruiscono il loro futuro.

La valorizzazione del gioco che costituisce una risorsa privilegiata di apprendimenti e di relazioni, favorisce rapporti attivi e creativi sia nell’ambito relazionale che cognitivo, consente al bambino di trasformare la realtà in base alle sue esigenze interiori, di realizzare le sue potenzialità e di rivelarsi a se stesso e agli altri in una molteplicità di aspetti, desideri e di funzioni.

I PROGETTI DIDATTICI FONDATIVI

I progetti fondativi che permangono ogni anno, con opportune variazioni sono:

PROGETTO ACCOGLIENZA:

L’ingresso a scuola dei “nuovi” iscritti, ma anche il rientro per i grandi, coinvolge le sfere più profonde dell’emotività e dell’affettività.

E’ un evento atteso e temuto allo stesso tempo, carico di aspettative, di consapevolezze e significati ma anche di ansie per il distacco. Proprio per questo dobbiamo prestare più attenzione al tempo dell’accoglienza prevedendo percorsi in grado di accettare e valorizzare le individualità di ciascun bambino per far sentire lui/ lei e le famiglie accolti e attesi.

Il Progetto Accoglienza prevede l’inserimento graduale dei bambini con un orario flessibile che dia modo di abituarsi ai ritmi della giornata scolastica.

ROUTINE CHE ACCOLGONO: La vita quotidiana di ognuno si svolge secondo tempi e momenti che si ripetono, giorno dopo giorno, attraverso una regolarità di sequenze che ci danno sicurezza e che ci facilitano nei nostri compiti, nel nostro lavoro e nelle relazioni con gli altri. Anche per il bambino è così, la conoscenza sperimentata nella quotidianità sostiene e incoraggia la crescita.

Le routine sono e diventano un momento importante e privilegiato dove i bambini possono conoscere e diventare competenti in numerosi aspetti cognitivo- relazionali. Le esperienze vissute dai bambini in questo momento sono: l’ appello, la conta, il calendario temporale-atmosferico, gli incarichi giornalieri per il riordino e per il cameriere e il momento della preghiera vissuto tutti insieme.

PROGETTO I.R.C. – INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA: 

I percorsi che saranno sviluppati all’interno dell’I.R.C. contribuiranno allo sviluppo della dimensione religiosa della personalità dei bambini, dando valore alle loro esperienze personali ed ambientali; aiutandoli a cogliere i primi elementi della religione cattolica potranno intuirne i significati ed esprimersi attraverso parole, gesti, segni e simboli della vita cristiana. I percorsi che svilupperemo riguardano i tre temi – Dio, Gesù, La Chiesa – suggeriti dalle Raccomandazioni per l’insegnamento della religione Cattolica e confermati dalle nuove disposizioni ministeriali.

 PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL’INFANZIA – SCUOLA PRIMARIA:

 Il progetto continuità nasce dall’esigenza di individuare strategie educative atte a favorire il passaggio degli alunni in maniera serena e graduale.Il progetto è rivolto ai bambini che frequentano l’ultimo anno di scuola dell’infanzia.

La nostra scuola collabora con la scuola “6 Maggio” e durante l’anno i nostri bambini avranno diversi momenti di incontro e di festa con gli alunni della classe prima. Tra gli incontri in calendario ci sono:la mostra del libro (nel mese di ottobre), il laboratorio per il Cantastella (nel mese di dicembre) e la Festa degli alberi (in primavera).

 

I PROGETTI DIDATTICI E LABORATORI

PROGETTO ANNUALE – “IL MONDO IN MUSICA” – 3, 4, 5 anni –

Il progetto Il mondo in musica si inserisce all’interno della programmazione della Scuola dell’Infanzia come occasione per i bambini di scoprire e ri-scoprire in prima persona il mondo dei suoni e della musica attraverso esperienze multisensoriali, che si concretizzeranno prima a livello ‘simbolico’ e poi con le prime forme di ‘costruzione’. Nell’accostarsi alla musica il bambino entra in contatto con tre fasi dell’universo sonoro nel quale egli è immerso quotidianamente. Il primo mondo è quello del proprio corpo e della propria voce. E’ infatti assolutamente necessario iniziare
l’esperienza musicale tenendo ben presente che nel bambino tutto è strumento. Egli batte mani e piedi, scuote e percuote oggetti in continua ricerca di suoni e ritmi dai quali trarre soddisfazione. Questo gli permette di esprimersi in un linguaggio che allarga gli orizzonti e dà libero accesso alla propria creatività e al manifestarsi della sfera emotiva di ciascuno. E’ solo avendo preso coscienza e consapevolezza del proprio stare quì ed ora che è possibile poi spostare il focus d’attenzione dallo strumento corpo di ciascuno all’orchestra di suoni e rumori che abitano l’ambiente esterno. Il mondo quotidiano diventa così la seconda realtà sonora che il bambino, durante il progetto di musica, potrà esplorare. Dall’ascolto musicale e tattile dei
suoni della natura alla scoperta delle potenzialità sonore degli oggetti che quotidianamente vengono utilizzati negli spazi di vita dei bambini (casa, scuola, parco…).
Infine il terzo mondo che il progetto si propone di incontrare è quello che intreccia la musica alle diverse culture presenti dentro e fuori la scuola. Ascolto di storie e musiche timbricamente e culturalmente diverse, sperimentazione dell’uso del segno che traduce il suono, presentazione di vari strumenti musicali e creazione di questi con materiali di riciclo, sono alcune delle attività che permettono al bambino di utilizzare il canale della musica come creatrice di narrazione e compagna di interazione con cui continuamente formare ponti fra il proprio l’immaginario e la
sequenza di stimoli sensoriali e sperimentali vissuti nell’ambiente, e strumento di condivisione di esperienze diverse. Per concludere possiamo dire che in questo viaggio attraverso Il mondo in musica i bambini, ed anche gli adulti, possono comprendere che è la diversità di strumenti e di sonorità, di culture e di esperienza che crea la musica più ricca e più bella, e che il linguaggio musicale parla tutte le lingue del mondo

PROGETTO DI GRAFOMOTRICITA’ (per i bambini di 5 anni)

Con questo progetto si intende accompagnare i bambini a sviluppare un interesse, curiosità, verso il mondo dei segni della scrittura. La grafo-motricità è un importante strumento per sviluppare i pre-requisiti cognitivi e strumentali per affrontare gli apprendimenti scolastici coinvolgendo tutti i campi d’esperienza. Il progetto sarà strutturato con attività motorie, ludiche, creative, esperienziali in primis e poi si passerà ad una fase di elaborazione grafica. E’ importante partire dall’esperienza motoria e di gioco del bambino, in questo modo il coinvolgimento è totale e
attraverso queste sperimentazioni il bambino si attiverà a raggiungere autonomia nella coordinazione oculo-manuale, nell’ambito della motricità fine, nella gestione dello spazio. L’autonomia e la fluidità del gesto grafico, la motricità implicata, incide sull’apprendimento della scrittura e implica diverse capacità del bambino, la qualità della traccia grafica è la dimostrazione del livello motorio raggiunto; per questo un percorso grafo-motorio alla scuola dell’infanzia ha la finalità di potenziare i pre-requisiti della scrittura, di individuare eventuali carenze in modo da accompagnare i bambini all’apprendimento della scrittura alla scuola primaria.

PROGETTO LOGICO MATEMATICO (per i bambini di 5 anni)

Il progetto nasce dal desiderio di accompagnare i bambini alla scoperta dello spazio, della logica e dei numeri. Le attività di logica e di matematica hanno una connotazione molto particolare, infatti oltre ad essere sviluppate in laboratori specifici nascono molto spesso nel corso delle esperienze che i bambini svolgono quotidianamente. Nel laboratorio logico matematico i bambini esplorano la realtà imparano da organizzare le proprie esperienze attraverso azioni consapevoli come il raggruppare il contare, il confrontare e l’ ordinare.

PROGETTO CORPO – 4 anni

Il corpo è lo strumento con cui i bambini esplorano il mondo e con il quale entrano in contatto con gli altri, infatti, attraverso il proprio corpo il bambino acquisisce consapevolezza di sé e dell’altro diverso da sé. Nell’età della scuola dell’infanzia diventa quindi obbligata l’osservazione del proprio corpo con cui il bambino gioca, manifesta emozioni, comunica e conosce. Abbiamo quindi scelto di approfondire questo campo di esperienza perché la conoscenza dello schema corporeo rappresenta un vero e proprio strumento di sviluppo che contribuisce alla maturazione della personalità del bambino. In questo percorso cominceremo a lavorare sulla percezione globale del corpo, abbiamo concentrato l’attenzione sulle parti del corpo che lo compongono. Le attività sono orientate all’acquisizione dello schema corporeo e alla consapevolezza di ogni singola parte del corpo. Desideriamo accompagnare il bambino alla scoperta della corporeità attraverso la rappresentazione grafica. Consideriamo inoltre che corpo, sensi, sentimenti e pensieri sono un intreccio inscindibile della complessa realtà psicofisica che dà origine ed alimenta l’identità personale, e ci riserviamo di ampliare il nostro progetto sullo schema corporeo con i cinque sensi o le emozioni.

PROGETTO CORPO – 3 anni

Il percorso “Corpo” è stato ideato per favorire la crescita e la maturazione complessiva del bambino, promuovendo la presa di coscienza del valore del corpo, poiché sviluppando un rapporto positivo con il proprio corpo e, vivendo correttamente le esperienze motorie, il bambino può maturare un’immagine positiva di se’ che ne favorirà e accrescerà notevolmente l’autostima e la fiducia nelle proprie capacità. La relazione corporea è la relazione per eccellenza, è un bisogno primitivo forte, più forte dello stesso bisogno di alimentarsi; di conseguenza, l’importanza delle esperienze sensoriali e corporee nella prima e nella seconda infanzia, è fondamentale. Bisogna considerare che corpo, sensi, sentimenti e pensieri sono un intreccio inscindibile della complessa realtà psicofisica che dà origine ed alimenta l’identità personale. Pertanto diamo al corpo la centralità che gli spetta, partendo dal presupposto che corpo e mente non sono due realtà scisse e incomunicabili. C. Rogers ci ricorda che il bambino è un soggetto in apprendimento continuo e nessuno apprende dal collo in su, ciascuno apprende con tutto il suo essere e il suo mondo (emozioni, sentimenti, relazioni, corporeità, movimento). Aiutare il bambino a scoprire, conoscere, ed utilizzare il proprio corpo, avvicinandosi agli altri, vuol dire accompagnarlo verso una crescita completa e favorevole della personalità che mira a star bene con se stesso e con gli altri.

PROGETTO BIBLIOTECA e LETTURA – 3, 4, 5 anni –

Il progetto lettura nasce dall’esigenza di stimolare nei bambini il piacere alla lettura, all’ascolto, al racconto, alla fantasia. Sempre più nel corso degli anni si è visto la necessità di sensibilizzare i bambini e le famiglie su questo tema, ed alcuni bambini entrano alla scuola dell’infanzia senza conoscere la lingua italiana: il supporto di libri ben illustrati è di grande aiuto. Un albero, in salone, con ampi rami accoglie i libri dei bambini e la sua chioma cambierà a seconda delle stagioni per scandire con i bimbi il passare del tempo. Proprio sotto questo albero insegnanti e bambini si raccolgono in un angolo morbido in un momento di lettura insieme. Il progetto è rivolto a tutte le fasce d’età: 3, 4, 5 anni e si svolgerà a cadenza settimanale, il lunedì da dicembre a maggio. Le insegnanti accompagneranno i bambini in biblioteca oppure in sezione e leggeranno una storia che verrà poi elaborata insieme ai bambini sia verbalmente che in modo grafico (a scelta delle insegnanti). I bambini poi potranno scegliere un libro e portarlo a casa per leggerlo con le famiglie, sarà poi riconsegnato dopo una settimana. Per dare ai bambini la possibilità di scegliere tra un maggior numero possibile di libri le sezioni si ruoteranno di settimana in settimana, inizieranno i gialli e i rossi, il lunedì successivo azzurri e verdi e così di seguito fino a fine anno. Fuori dal salone biblioteca è predisposto un piccolo spazio dedicato alle famiglie, una bacheca dove sarà esposto il titolo del libro letto insieme ai bambini.

PROGETTO ORTO (per i bambini di 3-4-5 anni )

Il progetto nasce dal desiderio di avvicinare i bambini ai “prodotti” della natura attraverso la progettazione e la realizzazione di un orto didattico nel giardino della scuola, proponendo esperienze di semina e di coltivazione.Tale attività consente ai bambini di vivere un’esperienza unica, coinvolgente ed ogni volta irripetibile, legata al divenire e alla trasformazione delle cose viventi, dalla loro nascita alla loro crescita e legata al tempo che passa, nella ciclicità del mondo vegetale, con i suoi piccoli e continui cambiamenti. L’osservazione del processo di crescita di un seme o di una piantina, permette ai bambini di intuire anche un altro aspetto fondamentale: la necessità della “cura” delle piante, con l’impegno personale quotidiano per dar loro tutto ciò di cui hanno bisogno, per crescere , condividendolo con i compagni/amici.

LABORATORIO MATERIALI INFORMALI ( per i bambini di 3-4-5 anni)

Noi insegnanti, abbiamo voluto dedicare ai un progetto specifico, utilizzando il laboratorio di materiali informali, che permette loro di manipolare, di sporcarsi, di giocare, di costruire e di “pensare con le proprie mani”. Per i bambini è molto importante, piacevole e gratificante poter manipolare materiali naturali (farina bianca, farina di soia, polenta, acqua, sabbia, mais, caffè, barbabietole,frumento, orzo) che normalmente non hanno la possibilità di sperimentare. Nel laboratorio dei materiali informali, i bambini hanno la possibilità di raccontare e raccontarsi, favorendo anche quelli che solitamente fanno più fatica ad esprimersi in mezzo al gruppo, sia per “paura”, sia per timidezza. Attraverso l’uso della loro scatola, i bambini hanno inoltre la possibilità di sentirsi liberi di costruire, distruggere e ricostruire senza paura di essere rimproverati o giudicati, avendo il pieno controllo su ciò che producono.

 

I PROGETTI DIDATTICI DI POTENZIAMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA

PROGETTO DI PSICOMOTRICITÀ (per i bambini di 3,4,5 anni)

Un’insegnante esterna diplomata al ciserp segue l’attività di psicomotricità per tutte le fasce d’età, proponendo attività in palestra una volta a settimana. Il progetto si inserisce coerentemente nel percorso della scuola dell’infanzia, perché favorisce, attraverso il corpo e il movimento, il conseguimento dell’identità, dell’autonomia e delle competenze cognitive e prassiche.  La psicomotricità diventa allora uno stile di insegnamento/apprendimento, si colloca a fianco delle attività manuali, grafico-pittoriche, logico-matematiche, linguistiche, ne rielabora i contenuti a partire dalla messa in gioco del corpo con tutte le connotazioni di ordine affettivo e cognitivo.

PROGETTO DI LINGUA INGLESE (per i bambini di 4 e 5 anni)

Il corso é organizzato in piccoli gruppi di circa 10 bambini  divisi per età. Le lezioni (della durata di 40 minuti) avvengono una volta la settimana: il martedì per i Medi e il  giovedì per i Grandi e sono tenute da un’insegnante esterna di madrelingua inglese.

Gli obiettivi principali del corso sono quelli di far familiarizzare i bambini con i suoni della lingua inglese, di far conoscere e pronunciare i nomi più comunemente  usati  come i colori, i numeri, gli oggetti dell’ambiente scolastico, il corpo umano, il tempo….cominciando con i singoli vocaboli per poi inserire queste nuove parole in canzoni e filastrocche o in piccole dialoghi.

Durante le lezioni l’insegnante parla in inglese: i saluti, l’appello , le piccoli richieste sono sempre fatte in inglese per costruire le prime basi  della conoscenze della lingua.

Prima ascoltando e poi ripetendo le canzone e le filastrocche , i bambini cominciano ad imparare l’intonazione e il ritmo della lingua inglese. 

Il metodo è basato su giochi didattici e animazione , insieme a materiale da tagliare , costruire e colorare ….Tutte queste attività permettono di ripetere più volte vocaboli e frasi senza perdere l’attenzione  dei bambini e di portare i gruppi ad un iniziale apprendimento della lingua inglese in una maniera naturale , utilizzando il loro entusiasmo e la loro innata curiosità .